salicaria ,radici kilometriche

Richieste generiche sulle piante palustri presenti nei laghetti ornamentali ed in natura.

Moderatore: Gianluca

salicaria ,radici kilometriche

Messaggiodi miosotis » dom ott 30, 2016 7:04 pm

dai fossi intorno casa ho prelevato l'anno scorso alcune piante di Litrum Salicaria,
che ques'anno ho immerso nel laghetto.
E' per il momento quasi l'unica pianta palustre che ho. Ha fatto fiori abbondanti e magnifici,
[imgImmagine[/img]
ma ora mi sono accorta che le sue radici sono uscite dai fori del vaso e sono diventate kilometriche ;
arrivano fino al fondo del laghetto.
che si fa in questi casi, ora che la pianta sta entrando in riposo?
si tagliano o si lasciano a vantaggio di pesciolini , lumachine e altro...
se serve vi posto una foto.
miosotis
 
Messaggi: 200
Iscritto il: ven mag 13, 2016 3:56 pm
Località: bassa padana nord ovest bologna. clima freddo umido d'inverno, caldo umido,d'estate

Re: salicaria ,radici kilometriche

Messaggiodi Cyn 59 » dom ott 30, 2016 8:20 pm

Le lasci così fino a primavera.
A primavera, se decidi che la pianta necessita di un rinvaso, tagli tutto quello che esce dai buchi e la svasi. Se invece la vuoi lasciare ancora lì, tagli comunque le eccedenze e la rimetti in acqua. ;) ;) ;)
Cinzia
Avatar utente
Cyn 59
 
Messaggi: 10681
Iscritto il: lun ott 12, 2009 6:19 pm
Località: Bologna

Re: salicaria ,radici kilometriche

Messaggiodi deabacco » mar nov 01, 2016 5:48 pm

Che meraviglia Terry!!!!!!!!!!!!
anche io giro nei fossi in cerca di questa furba.. ma sono sempre in luoghi difficilmente raggiungibili!!!
per fortuna ho due o tre piante che mi ha dato Cinzia.. ma da quel che ho capito non si moltiplicano facilmente ste furbette!!!
deabacco
 
Messaggi: 964
Iscritto il: mar giu 23, 2015 4:48 pm

Re: salicaria ,radici kilometriche

Messaggiodi Cyn 59 » mar nov 01, 2016 7:33 pm

Prova a tagliare a metà il cespuglietto in modo che rimangano radici da entrambe le parti .... ;) ovviamente, fallo a primavera .... ;) 8-)
Cinzia
Avatar utente
Cyn 59
 
Messaggi: 10681
Iscritto il: lun ott 12, 2009 6:19 pm
Località: Bologna

Re: salicaria ,radici kilometriche

Messaggiodi deabacco » mer nov 02, 2016 8:46 am

il problema Cinzia.. è che non ho un cespuglietto :lol:
una l'ho tenuta a casa nel preformato.. le altre due su al laghetto.. ma sono proprio 3 bachetti in croce :mrgreen: :lol: :mrgreen:
devo fare un giro più approfondito in fiume a primavera ;)
deabacco
 
Messaggi: 964
Iscritto il: mar giu 23, 2015 4:48 pm

Re: salicaria ,radici kilometriche

Messaggiodi miosotis » mer nov 02, 2016 11:17 am

il problema é che bisognerebbe riconoscere le rosette per il trapianto, e per avere subito i fiori nella stagione stessa.
Non é facile perché nei luoghi accessibili vengono tagliate quando sono riconoscibili , dai contadini per dragare i fossi.
E nei luoghi inaccessibili, dove riescono a vivere bene e fiorire rigogliosamente non si riesce ad andare li con una vanghetta
a prelevare i rizomi...
Io ho fatto così: in un luogo inaccessibile dove riuscivo ad arrivare , ma non a scavare ho legato alla pianta un
nastrino di riconoscimento, in autunno ho potuto riconoscerla e prelevarne i semi .
e così ora ho due bellissime piante. Certo bisogna avere tanta pazienza perchè fiorisce dal secondo anno dalla semina...

Dea , quelle che hai su al laghetto si riprodurranno da sole , se sono a terra vicino all'Acqua, ma puoi raccoglierne i semi , é il momento,
Ci sentiamo in mp, per quello che sai, se vuoi una pianta fammelo sapere che ce l'ho da mandarti.
miosotis
 
Messaggi: 200
Iscritto il: ven mag 13, 2016 3:56 pm
Località: bassa padana nord ovest bologna. clima freddo umido d'inverno, caldo umido,d'estate

Re: salicaria ,radici kilometriche

Messaggiodi Cyn 59 » gio nov 03, 2016 8:45 am

Non so che dire ....... io sono riuscita a dividere la pianta .... :roll:
Comunque a primavera, se volete ottenere un bel cespuglietto folto, tagliatela e poi ritagliatela ancora quando è ricresciuta un po'. Farà un cespuglietto ciclamino stupendo
Se invece non la potate, si allunga moltissimo e quindi oltre a rendere instabile il vaso che al primo soffio di vento si rovescia, la fioritura, per quanto sempre bella, non lo è come con la pianta potata.
Cinzia
Avatar utente
Cyn 59
 
Messaggi: 10681
Iscritto il: lun ott 12, 2009 6:19 pm
Località: Bologna

Re: salicaria ,radici kilometriche

Messaggiodi miosotis » gio nov 03, 2016 3:38 pm

si si , è vero il vaso è sempre li che si rovescia, ma mi piacciono tanto le piante che si alzano verso il sole.
Non pensavo, che tagliandola fiorisse lo stesso . A differenza di altre spontanee l'ho sempre vista alta ovunque .
Però la prossima primavera ci voglio provare.

a proposito , informazione per chi volesse cimentarsi nella semina: come quasi tutte le spontanee,
il seme ha bisogno di " vernalizzazione" , ossia deve sentire il freddo e poi il caldo....
miosotis
 
Messaggi: 200
Iscritto il: ven mag 13, 2016 3:56 pm
Località: bassa padana nord ovest bologna. clima freddo umido d'inverno, caldo umido,d'estate

Re: salicaria ,radici kilometriche

Messaggiodi Cyn 59 » ven nov 04, 2016 8:08 am

Ecco ..... anche i semi prendi in giro ........ :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:
E' una tecnica, che si fa con diversi tipi di semi, fra cui le Iris .... ;) ;) ;)

Per la Salicaria, se fai caso quando segano i fossi .. poi li risegano ..... finchè in estate l'erba cresce meno e allora la lasciano crescere .... è a quel punto, che la Salicaria, comincia a formare la chioma indisturbata. Le potature però, l'hanno costretta a formare tante nuove gemmine che altrimenti se ne sarebbero state buone buone, a dormire .... :D :D :D
Cinzia
Avatar utente
Cyn 59
 
Messaggi: 10681
Iscritto il: lun ott 12, 2009 6:19 pm
Località: Bologna

Re: salicaria ,radici kilometriche

Messaggiodi miosotis » sab nov 05, 2016 6:13 pm

vero, quindi conviene potarla se si vuole un accestimento superiore...
bene , ci proverò . sono curiosa di vedere Salicaria anche a cespuglietto
miosotis
 
Messaggi: 200
Iscritto il: ven mag 13, 2016 3:56 pm
Località: bassa padana nord ovest bologna. clima freddo umido d'inverno, caldo umido,d'estate

Prossimo

Torna a Piante palustri e da bordo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron