Aiuto per zona palustre

Consigli e richieste sulla creazione di laghetti e la loro gestione

Moderatore: Gianluca

Aiuto per zona palustre

Messaggiodi Nime » dom apr 19, 2020 3:02 pm

Ciao a tutti! :D
Ho un bel laghetto realizzato con un tino da vino, una scommessa vinta con compagno e suocero che ora ci dà tante soddisfazioni.
L'unico cruccio, per me, è che non ha dei gradini che creino una zona palustre o di acqua più bassa.
Gli uomini di casa non hanno intenzione di scavare grosse buche o modificare il tino, per cui chiedo aiuto a voi per qualche soluzione creativa, non per forza collegata alla vasca principale.
Grazie in anticipo! :D

PS: Ora il laghetto si sta ancora svegliando. Allego una foto dell'estate scorsa.

Immagine
Avatar utente
Nime
 
Messaggi: 22
Iscritto il: lun apr 20, 2015 2:10 pm
Località: Urbino (PU)

Re: Aiuto per zona palustre

Messaggiodi alessios999 » lun apr 20, 2020 4:42 pm

Puoi usare dei mattoni forati per recuperare qualche decina di cm o usare un altro mastello profondo al max. 30cm
Alessio
Avatar utente
alessios999
 
Messaggi: 284
Iscritto il: ven ago 01, 2014 2:48 pm
Località: Mesagne (BR)

Re: Aiuto per zona palustre

Messaggiodi DiegoZenBonsai » mer apr 22, 2020 1:44 pm

Dalla foto, se è come quello che dico io avrà una profondità di circa50 cm; considerando che un vaso da piante acquatiche può essere alto dai 20 ai 30 cm, usi un vaso capovolto della sottrazione : profondità dell'acqua - altezza del vaso della pianta = altezza del vaso da mettere capovolto . altra soluzione : con del filo di ferro grosso fai un gancio a S , un foro o due nel vaso e lo agganci al bordo del tino
Diego
Avatar utente
DiegoZenBonsai
 
Messaggi: 88
Iscritto il: mer lug 08, 2015 10:29 am
Località: Altopiano di Asiago

Re: Aiuto per zona palustre

Messaggiodi Nime » gio apr 23, 2020 9:05 am

Grazie! :D
Il tino misura circa 1 metro per 80cm di profondità.

Essendo piccolo e profondo preferirei non rubargli spazio all'interno (anche se sono idee molto valide, grazie!), magari scavare accanto per mettere un mastello meno profondo (max 30 cm), ma poi le due vasche resterebbero separate... a meno che non rialzo un pochino il tino nuovo/piccolo e installo una pompetta solare (lì non arriva corrente).

Altro dettaglio: in inverno sul laghetto mettiamo un cono di metallo e cellophane che evita le gelate e aiuta il laghetto a svernare. La zona paludosa non avrebbe questa protezione, ma ci metterei dentro solo qualche gambusia per evitare che in estate diventi un covo di zanzare. :mrgreen:

Se/quando ci metterò mano vi aggiorno. :D
Avatar utente
Nime
 
Messaggi: 22
Iscritto il: lun apr 20, 2015 2:10 pm
Località: Urbino (PU)

Re: Aiuto per zona palustre

Messaggiodi alessios999 » gio apr 23, 2020 5:04 pm

Se c'è pericolo che in inverno ghiacci, puoi anche optare per un ricovero dei pesci al coperto, per poi riportarli all'esterno in Primavera.
Alessio
Avatar utente
alessios999
 
Messaggi: 284
Iscritto il: ven ago 01, 2014 2:48 pm
Località: Mesagne (BR)

Re: Aiuto per zona palustre

Messaggiodi Nime » lun apr 27, 2020 4:04 pm

Rieccomi con un po' di novità! :D
Intanto grazie per i preziosi consigli dati finora. Il laghetto sverna benissimo da alcuni anni ormai, anche per questo ho preso fiducia ad ampliarlo. ;)

Mi sono procurata un nelumbo betsy e una chameleon, li ospiterò in un contenitore provvisorio mentre preparo la seconda vasca.

Proprio con la vasca è sorto un dilemma per cui sarebbe utile la vostra esperienza. 8-)

Dopo tanto tribolare col progetto ho deciso di "sacrificare" il cespuglio di papiro per trapiantarlo poi in acqua, dove starà sicuramente meglio, e sfruttare liberamente tutto il metro quadro accanto al tino.
Per venire incontro al mio compagno, che non è esperto di laghetti, mi ritrovo con due alternative:

* Telo Askoll da 2,5x3 mt (per una superficie di circa 100x80cm P 40cm)
* Vasca Oase 36790 da 150 litri (misure 120x80cm P 45cm)

Per far contento il mio compagno vorrei creare una cascata tra le due vasche, posizionando quella nuova più alta di circa 10cm con la terra che avanza.
E qui sorge un dilemma, perché se col telo creare una cascata è abbastanza facile, con la Oase non saprei proprio come fare a riversare l'acqua da un punto preciso a meno di non alterare il bordo, rischiando di fare qualche danno!

Ho pensato di sovrapporre il bordo della vasca a quello del tino, ma il problema del punto d'uscita rimane. Inoltre, assestandosi sul terreno, la vasca potrebbe inclinarsi dal lato opposto e sarebbe un disastro.

Secondo voi c'è un escamotage, o per fare la cascata devo per forza orientarmi sul telo?
Intanto grazie mille! :D
Avatar utente
Nime
 
Messaggi: 22
Iscritto il: lun apr 20, 2015 2:10 pm
Località: Urbino (PU)

Re: Aiuto per zona palustre

Messaggiodi DiegoZenBonsai » lun apr 27, 2020 4:34 pm

Per una dimensione sotto il metro e mezzo è quasi meglio una vasca preformata; che vista l'intenzione di fare una cascata la puoi tenere facilmente più alta .
Per la cascata ho avuto il tuo stesso problema ( forse piu grave poichè tra i due laghetti avevo una distanza di una ventina di centimetri .... ho risolto così : ho tenuto il laghetto preformato inclinato dalla parte della cascata, sotto il bordo metti un pezzo di tela gommata siliconato posto sopra la vasca bassa, qualche pietra di decorazione ed il gioco è fatto !

DiegoZenBonsai ha scritto:... e pensare che credevo che adesso vista la stagione si fossero svegliate le piante ed anche i laghettisti :roll:


Immagine
Diego
Avatar utente
DiegoZenBonsai
 
Messaggi: 88
Iscritto il: mer lug 08, 2015 10:29 am
Località: Altopiano di Asiago

Re: Aiuto per zona palustre

Messaggiodi Nime » lun apr 27, 2020 6:03 pm

Wow grazie Diego, è una soluzione bellissima e la tua cascata è stu-pen-da! :o

Nel frattempo in casa abbiamo parlato per bene di cosa possiamo o non possiamo fare:

* Per il mio compagno la sola idea del telo è un incubo, quindi opteremo per la vascai.

* Non ci avevo pensato, ma non possiamo sopraelevarla o creare una cascata tra le due vasche, altrimenti non riusciremmo più a posizionare il cono di copertura invernale. Inoltre il mio compagno non vuole scavare troppo vicino al laghetto esistente per non disturbarlo (lo adora! :D ).
Gli è piaciuta molto la soluzione con due vasche separate da 20cm di sassi o ghiaia. Tipo in questa foto, ma con l'altra vasca al posto dell'aiuola e bordi più naturali.
Immagine

Finalmente l'ho convinto e abbiamo un progetto condiviso, non vedo l'ora di cominciare! 8-) :D
Per la cascata, la metteremo in una sola vasca, la tengo come upgrade per il 2021. :mrgreen:

Grazie ancora, vi terrò aggiornati. ^_^
Avatar utente
Nime
 
Messaggi: 22
Iscritto il: lun apr 20, 2015 2:10 pm
Località: Urbino (PU)

Re: Aiuto per zona palustre

Messaggiodi Gianluca » mar apr 28, 2020 3:25 pm

Per Nime, non serve che metti nulla in inverno, non patisce nulla, e non sono necessarie le gambusie, se fatto nel modo corretto arrivano naturalmente insetti che predano le zanzare e le larve, le gambusie invece non permettono assolutamente a questi insetti di stabilirsi nella vasca perché oltre alle larve di zanzara mangiano ogni cosa che si muove.
Avatar utente
Gianluca
Site Admin
 
Messaggi: 296
Iscritto il: ven ott 09, 2009 2:49 pm
Località: Feletto (TO)

Re: Aiuto per zona palustre

Messaggiodi Nime » ven mag 22, 2020 6:32 pm

Molte grazie Gianluca. In effetti ho sentito storie dell'orrore sulle gambusie e sono indecisa se metterle. Probabilmente bastano 3-4 pesci rossi nella bella stagione, e li faccio svernare nella vasca 1 che è più profonda. :P

Aggiornamento:

Le piante sono arrivate... da un po' in effetti, ma non ho avuto occasione di postare finora.

Purtroppo la vasca nuova deve ancora arrivare! L'ho acquistata in piena quarantena e mi aspettavo che tardasse, ma ora che siamo in fase due spero che la consegnino presto per dare alle piante una sitemazione più sana.

Nell'attesa, la chameleon si è assestata benissimo, il loto betsy ha diversi germogli ma è ancora stentato. L'ho sistemato in una tinozza più profonda e posizione più soleggiata, spero lo aiuti!
(la foto è del giorno dell'arrivo)
Immagine

Intanto il laghetto prospera ed è sbocciata la prima ninfea. :D
Oggi ho aggiunto altri 6 pesci per far compagnia a Mister Orange (pesciolone veterano sopravvissuto all'inverno e ai gatti del quartiere).
Immagine
Avatar utente
Nime
 
Messaggi: 22
Iscritto il: lun apr 20, 2015 2:10 pm
Località: Urbino (PU)


Torna a Creazione Laghetti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti